Da molti anni vengono utilizzati i tessuti a maglia per la stampa in sublimazione, soprattutto nel settore dell’abbigliamento sportivo, per il quale gli operatori hanno maturato una grande esperienza.

Un settore, tuttavia, che è sempre più condizionato dal fattore “moda”, che obbliga i produttori al utilizzo di articoli sempre nuovi per seguire le ultime tendenze dell’abbigliamento.

Anche in questo caso, prima di procedere al acquisto e alla messa in produzione di un determinato tessuto per l’abbigliamento sportivo di nuova generazione, il suggerimento, è quello di testarlo per conoscerne le reazioni alle alte temperature della stampa in sublimazione.

Nella fase di scelta dei materiali, sono da prediligere le costruzioni più “bloccate” che limiteranno i rischi di restringimento durante le successive lavorazioni .

FLAG – FLEX 

Nella comunicazione visiva il maggior consumo di questa tipologia di tessuti, si ha per la produzione di bandiere.

   

Per queste, l’articolo tessile chiamato comunemente “flag” ha sostituito la tradizionale “stamina” di lana o poliestere,  grazie anche al fatto che, oltre ad essere antisfilo permette al inchiostro (stampa) di passare facilmente sul rovescio per flag bifacciali.

Sul mercato vi è una grande varietà di qualità e, come spesso accade, il prezzo è il parametro più considerato per la scelta del materiale, ma a volte utilizzare prodotti un po’ più cari, garantisce una qualità superiore della costruzione, del tipo di filato utilizzato o anche della cura nel consegnare pezze con qualità costante con minor difetti.

Condizioni queste che soprattutto considerando il costo veramente contenuto di questo articolo, farebbe risparmiare, a volte, ristampe molto più onerose rispetto al prezzo del singolo metro!

Nella comunicazione visiva sono utilizzati sempre più frequentemente anche tessuti elastici, in particolare per l’allestimento degli stand, per la copertura di strutture, oppure per pubblicità dove si utilizzano (“su) “ cornici”, dove è essenziale disporre di un materiale in grado di seguire e coprire le forme spesso non lineari degli oggetti, senza lasciare segni o pieghe.

 

Grazie ad un range di utilizzo sempre più vasto, di fatto, i tessuti a maglia stanno conquistando nuove fette di mercato, sempre più grandi.

Non solo, ma nel corso degli ultimi anni aumentano le loro applicazioni garantendo una industrializzazione dei prodotti che resta l’unica via per ottenere un contenimento dei prezzi.